Quaderni RSA

Il vino nell'economia e nella Società italiana medioevale e moderna

Convegno di Studi Greve in Chianti, 21-24 maggio 1987 Firenze

Accademia dei Georgofili
Pagine: 348

scarica parte 1: pg. 1-42
scarica parte 2: pg. 43-102
scarica parte 3: pg. 103-184
scarica parte 4: pg. 185-246
scarica parte 5: pg. 247-294
scarica parte 6: pg. 295-345

Indice del volume
Antonio Ivan Pini, Il vino nella civiltà italiana 1
Duccio Balestracci, Il consumo del vino nella Toscana bassomedievale 13
Anna Maria Nada Patrone, Bere vino in area pedemontana nel Medioevo 31
Gian Maria Varanini, Aspetti della produzione e del com¬mercio del vino nel Veneto alla fine del Medioevo 61
Bruno Andreolli, Produzione e commercio del vino trentino tra Medioevo ed Età Moderna 91
Laura Balletto, Vini tipici della Liguria tra Medioevo ed Età Moderna 109
Alfio Cortonesi, Vini e commercio vinicolo nel Lazio tardomedioevale 129
Giovanni Vitolo, Produzione e commercio del vino nel Mezzogiorno medievale 147
Rosa Maria Dentici Buccellato, Produzione, commercio e consumo del vino nella Sicilia medievale 157
Enrico Coturri, Il vino nella medicina fra Quattro e Cinquecento169
Franco Cardini, Mistero e sacralità del vino nei novellieri fiorentini tardomedievali (A proposito del Boccaccio e del Piovano Arlotto) 179
Ugo Tucci, Commercio e consumo del vino a Venezia in età moderna 185
Marco Cattini, Individualismo agrario, viticoltura e mercato del vino in Emilia nei secoli dell'età moderna 203
Dante Bolognesi, La viticoltura in Romagna in età moderna 221
Leila Picco, Un viaggiatore in incognito: il vino piemontese fra Cinquecento e Settecento 235
Carlo Pazzagli, I vini toscani nella prima metà dell'Ottocento 267
Lorenzo Palumbo, La viticoltura nel Regno di Napoli in età moderna (con particolare riguardo alla Puglia) 285
Giovanni Zalin, La viticoltura veneta tra la caduta della Re¬pubblica e la prima guerra mondiale. Brevi considerazioni 305
Alberto Cova, Problemi tecnici ed economici della produzione
del vino in Italia tra Otto e Novecento 319
Tommaso Fanfani, Conclusioni 339